Notizie

11 Ottobre 2023

Obbligo di accatastamento per gli impianti a biomassa (caminetti, stufe e caldaie)

Con Delibera della Giunta regionale toscana n°222 del 06/03/2023 sono state definite le modalità
attraverso le quali provvedere all’accatastamento, alla gestione e alla manutenzione degli impianti alimentati a biomassa (caminetti, stufe e caldaie) con potenza utile nominale inferiore a 10 KW, al fine di migliorare le politiche volte al contrasto dell’inquinamento atmosferico; la scadenza per l’accatastamento è attualmente fissata al 30 marzo 2024.

Le procedure previste sono molto semplificate rispetto agli altri impianti termici, con un obbligo che si è reso vigente dal 1° ottobre 2023.
Per provvedere all’accatastamento occorre effettuare la procedura online accedendo al seguente link tramite SPID o CNS.

Sono esclusi dall’obbligo di accatastamento i camini dismessi e quelli che rappresentano l’unica fonte di
riscaldamento dell’abitazione. In questo caso il cittadino non dovrà fare la procedura di accatastamento, ma solo una auto-dichiarazione, il cui modulo è scaricabile dal sito del SIERT (www.siert.regione.toscana.it).

Il procedimento di accatastamento è informatizzato, rapido e intuitivo, non prevede alcuna spesa e non necessita di interventi di tecnici specializzati. Può essere fatto in qualsiasi momento e solleva il cittadino da ogni responsabilità nel caso in cui l’impianto dovesse essere oggetto di controlli.
Per i cittadini che avessero problemi o difficoltà nella procedura informatica, la stessa Delibera della Giunta Comunale prevede la possibilità di avvalersi del supporto del soggetto competente alla realizzazione dei controlli, individuato nella società regionale ARRR SpA (Agenzia Regionale Recupero Risorse). Per chiarire eventuali dubbi o per chi incontra difficoltà nelle procedure informatiche, l’ARRR ha attivato il numero telefonico 800 151 822, a cui è possibile chiedere informazioni o fissare un appuntamento presso un ufficio territoriale.

L’obbligo di accatastamento ha, come detto, il primo obiettivo di conoscere il numero degli impianti a
biomasse presenti nel nostro territorio per potere assicurare una risposta coerente della Regione al problema dell’inquinamento atmosferico. Non ha quindi alcun intento restrittivo nei confronti dei cittadini. Per questo motivo la disciplina sanzionatoria prevede, in caso che il controllo operato da un ispettore di ARRR SpA riscontri il mancato accatastamento dell’impianto, non la diretta irrogazione della sanzione ma l’indicazione al cittadino di provvedere entro 30 giorni alla messa in regola.

Si ricorda alla cittadinanza che presso l’Ufficio URP del Comune di Larciano è attivo uno sportello per il rilascio delle credenziali SPID LepidaID, in virtù dell’adesione del Comune di Larciano all’iniziativa promossa dalla Regione Toscana in collaborazione con Lepida ScpA.

Ultimi articoli

Notizie 21 Maggio 2024

ELEZIONI PARLAMENTO EUROPEO DELL’08-09 GIUGNO 2024

Nella sezione ELEZIONI E REFERENDUM – ELEZIONI EUROPEE 8 E 9 GIUGNO 2024 è possibile trovare tutte le informazioni utili per l’esercizio del voto in occasione delle elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo di sabato 8 e domenica 9 giugno 2024.

Notizie 21 Maggio 2024

AMICO MUSEO 2024

Il Comune di Larciano ha aderito all’iniziativa della Regione Toscana denominata “Amico Museo”; domenica 26 maggio vi spettiamo alla Rocca ed al Museo Civico Archeologico di Larciano Castello.

Notizie 20 Maggio 2024

ACQUE SPA – Interruzione idrica programmata dalle ore 23:00 di mercoledì 22 alle ore 6:00 di giovedì 23 maggio 2024

Acque comunica che dalle ore 23 di mercoledì 22 alle ore 6 di giovedì 23 maggio 2024 verrà sospesa l’erogazione idrica nelle zone di Castelmartini e Baccane del comune di Larciano, per lavori sulla rete idrica della Valdinievole Ovest.

Notizie 20 Maggio 2024

CONVOCAZIONE CONSIGLIO COMUNALE

Si comunica che il Consiglio Comunale si riunirà, in sessione ORDINARIA, il giorno mercoledì22/05/2024 alle ore 21:00, in prima convocazione, ed il giorno giovedì 23/05/2024 alle ore 21:00 inseconda convocazione, nella sala consiliare “Antonio Pappalardo” nel palazzo comunale.

torna all'inizio del contenuto