Notizie

4 Giugno 2020

Canone alloggi popolari: è possibile richiedere la sospensione del pagamento

La domanda dovrà pervenire alla Spes entro le ore 12 di venerdì 19 giugno

Gli assegnatari di alloggi Erp che hanno subito un calo delle entrate economiche in conseguenza dell’emergenza epidemiologica Covid19, e in possesso dei requisiti previsti, possono richiedere la sospensione del pagamento del canone. Lo ha deciso nei giorni scorsi il Lode pistoiese per quanto riguarda le mensilità di aprile, maggio, giugno e luglio, il cui versamento sarà recuperato nei mesi seguenti.

Possono beneficiare della sospensione del pagamento del solo canone di affitto per i mesi di aprile, maggio, giugno e luglio, gli assegnatari che si trovino in uno stato di difficoltà economica tale da aver avuto una riduzione del reddito complessivo del nucleo familiare di almeno il 30 per cento. Dovranno comunque essere pagate regolarmente le somme relative ai servizi a rimborso (le spese condominiali).

I canoni di affitto temporaneamente sospesi dovranno essere corrisposti in 5 rate uguali e saranno automaticamente inserite nelle bollette a partire dal mese di agosto fino a dicembre 2020.

La domanda per la sospensione temporanea del canone di locazione dovrà essere inviata alla Spes e avrà la forma di una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà. Lo schema di domanda è disponibile sul sito istituzionale della Spes (www.spesweb.it).

La domanda dovrà pervenire alla Spes entro le ore 12 di venerdì 19 giugno e potrà essere inviata tramite posta elettronica certificata all’indirizzo spes@pec.spesweb.it; per posta raccomandata a/r (fa fede l’arrivo nella sede della società); consegnata direttamente al protocollo della Società, in via del Villone 4 nella fascia oraria dalle 9 alle 13, dal lunedì al venerdì.

L’esame e la valutazione della domanda sarà svolta da Spes.

Considerati i possibili ritardi nel recapitare le bollette e le maggiori difficoltà pratiche nel pagamento, per gli eventuali ritardi nel versamento dei mesi di aprile, maggio, giugno e luglio, la Spes non applicherà le penali e gli interessi legali previsti. Il ritardato pagamento comunque dovrà essere contenuto e giustificato.

torna all'inizio del contenuto