Larciano (Pistoia) piazza Vittorio Veneto, 15 • centralino tel. 0573 85811 – fax 0573 838430
P.IVA 00180870479 • PEC comune.larciano@postacert.toscana.it



Segnalazione guasti pubblica illuminazione tel.0865/1945915
cell.3351269604

Sezione "Acqua di Casa Tua" per visualizzare le caratteristiche chimico-fisiche dell'acqua erogata

Monumento alle vittime dell'Eccidio del Padule di Fucecchio del 23 agosto 1944 "Lo Stupore" di Gino Terreni

Versione stampabileSend by emailVersione PDF

 

L’area monumentale è dedicata alla perenne memoria delle vittime civili della strage nazista del Padule di Fucecchio, avvenuta il 23 agosto del 1944 e a tutti i combattenti toscani caduti per la Patria durante la seconda guerra mondiale e rappresenta un solenne monito alle generazioni future.

Una lapide riporta tutti i nomi, l’età e la provenienza dei martiri.

La scultura monumentale è delimitata da muretti in pietra e da una pavimentazione in mattoni a ricordo simbolico delle case e delle aie dei contadini del Padule, dove è avvenuta la strage.

Il monumento vero e proprio, in marmo di Carrara e realizzato dallo scultore Gino Terreni, è stato inaugurato il 16 settembre del 2002 alla presenza del Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi. L’ara marmorea è costituita da due distinte raffigurazioni iconografiche. La parte superiore rappresenta lo stupore delle vittime dell’eccidio. La parte inferiore è dedicata ai combattenti caduti per la Patria. Nello specifico sono rappresentati: sulla sinistra il ricordo dei fatti di Cefalonia e sulla destra “O bella ciao…”, in ricordo della lotta partigiana toscana.

20/05/2020 •

Utenti online: 4

Associazione di Promozione Sociale365GiorniAlFemminile

 

 L'impegno della Regione Toscana
contro la violenza di genere  
 Numero antiviolenza e stalking:
1522 24h SU 24